Ognuno di noi, sia nella sua sfera privata, sia in quella professionale agisce per assicurare una vita migliore alla propria famiglia.

Tuttavia il mondo non si limita alla nostra piccola sfera personale.

Per quanto tempo il nostro egoismo potrà resistere alle turbolenze provenienti dai tanti fattori esogeni che circondano il nostro quotidiano?

Il mondo esterno sta vivendo una grave crisi dominata da una pericolosa espansione dei partiti populisti con tendenza xenofoba. Il multilateralismo nelle relazioni internazionali sta man mano scomparendo lasciando spazio ad un metodo bellicoso di risoluzione delle controversie di tutti tipi.

Di fronte a questo quadro, il sistema politico italiano, sia a livello nazionale che locale, sta attraversando una crisi culturale ed etica che si manifesta nella sua incapacità di rappresentare appieno le anime, i bisogni e le necessità della società, e nell’inadeguatezza nell’offrire delle soluzioni idonee alle questioni di interesse fondamentale.

Tutto questo ha causato una disaffezione alla politica. Ciò si evidenzia da una parte con l’aumento del tasso di astensionismo e dall’altra parte con il proliferarsi di partiti o movimenti che cavalcano l’onda del voto di protesta senza proporre soluzioni concrete e non propagandistiche.

In questo scenario, un gruppo di persone riunite da ideali comuni, ha deciso di agire creando un comitato politico denominato OFFICINA FUTURO.

Abbiamo deciso che sia giunto il momento di impegnarci in prima persona, coordinare le nostre energie e competenze per promuovere la partecipazione di ogni singolo cittadino, richiamandolo alle proprie responsabilità e al senso civico. L’obiettivo è di condizionare il dibattito politico-amministrativo e indirizzarlo verso le problematiche che riteniamo più importanti.

OFFICINA FUTURO è un luogo di aggregazione, di confronto positivo, uno spazio di discussione aperto in un mondo globalizzato, un laboratorio di elaborazione di proposte e di esecuzione di alcune di queste. È un progetto di partecipazione politica collettiva, non promuove leadership individuali.

Noi crediamo e ci impegniamo per:

  • Difendere la sacralità della vita umana e tutelare l’ambiente in cui viviamo;
  • Affermare i valori della democrazia, della laicità dello Stato, della giustizia sociale e della solidarietà;
  • Porre l’etica al centro dell’agire politico;
  • Far crescere i nostri figli in un Paese antirazzista, antifascista e dove non ci siano discriminazioni di genere o di orientamento sessuale;
  • Costruire una società multiculturale, convinti che la diversità sia una ricchezza;
  • Promuovere l’ideale di una convivenza pacifica tra i popoli.

Quello che sogniamo è una classe politica che…

  1. Si impegni per favorire le condizioni di una crescita economica, riducendo, allo stesso tempo, le disuguaglianze sociali;
  2. Faccia della questione ambientale un volano dell’economia italiana, attraverso un percorso volto al perseguimento di uno sviluppo sostenibile;
  3. Affronti la questione della dignità del lavoro nonché della disoccupazione;
  4. Crei un sistema di tassazione più equo e combatta, seriamente, l’evasione fiscale;
  5. Consideri la lotta alla criminalità organizzata una priorità di questo Paese;
  6. Agisca al fine di ridurre le disuguaglianze tra il Nord e il Sud dell’Italia e tra centri e periferie economiche e sociali;
  7. Investa nella formazione, nell’istruzione e nella cultura, strumenti fondamentali per la costruzione di un mondo migliore;
  8. Investa sul miglioramento dei servizi sociali (scuola, prima casa, salute, trasporti);
  9. Creda in un’Europa unita, ricca delle sue diversità, aperta, solidale;
  10. Creda nella libera circolazione delle persone, conformemente ad una regolamentazione dei flussi che sia rispettosa della dignità delle persone e che rispetti la libertà di movimento di ciascun essere umano, indipendentemente dal paese di origine.

Noi non vogliamo accontentarci e non siamo più disposti a farci rubare i nostri sogni. 

Niente più deleghe in bianco, niente più illusioni, ma cambiamento vero.

Noi vogliamo ricominciare a sognare, e tu?

“Se si sogna da soli, è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia.”